Salta al contenuto principale

Salute&ambiente

roma

Noi romani stiamo morendo, la politica intervenga

Sono svariati anni che noi romani crediamo di aver toccato il fondo quanto a cattiva qualità di vita, impossibilità di spostarsi nella città, incuria. Ma l’amara verità è che invece stiamo sprofondando sempre di più, tanto che Roma comincia a diventare una città non solo abbandonata, ma anche veramente pericolosa. Una città che presto i turisti cominceranno ad abbandonare, vista l’impossibilità reale di spostarsi. Una città, tra l’altro, che sta arrivando impreparata anche sulle sfide più complesse, come quella – drammatica – del cambiamento climatico.

Global Strike for Future, lo sciopero per il clima visto dai bambini in piazza a Roma: “Ho paura che la terra muore o si secca”

“Ho paura che la terra muore”. Francesco, sette anni, di origine indiane, parla con la voce bassa e gli occhi a terra. È venuto con la mamma Jenny, e ora affolla anche lui questa piazza di Romaai piedi dei Fori imperiali, inondata di sole e di gente.

Fecondazione eterologa cresce del 120%. Ma l’Italia è in ritardo di dieci anni. E 9 gameti su 10 arrivano dall’estero

Spagnolo, danese, svizzero, ceco, austriaco. Nei figli della fecondazione eterologa fatta da coppie italiane scorre sangue straniero, con buona pace del nazionalismo. I motivi sono vari. Il primo ha a che fare col fatto che, nonostante questa pratica sia permessa dal 2014 e oggi persino inserita nei Lea (livelli essenziali di assistenza), le coppie italiane continuano a partire per l’estero.